Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Laboratorio di Tecnologie dell'Educazione

Collaboratori

Ai lavori del Laboratorio contribuiscono numerosi collaboratori:

immagine

Stefano Cuomo

Laureato con lode in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Firenze, ha conseguito l’abilitazione alla professione e successivamente il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Ambientale. Il suo curriculum ha costantemente alternato la ricerca accademica con quella imprenditoriale.

Professionalmente ha focalizzato le proprie attività nel settore dell’innovazione – tecnologica e non – a per imprese ed enti pubblici.

Da più di venti anni è Project Manager e Coordinator in numerosi progetti di ricerca finanziati sia dalla Commissione Europea sia da fondi nazionali. Dal 2013 collabora stabilmente con il Dip. di Scienze della Formazione e Psicologia nella gestione di progetti di ricerca, e attualmente è Project Manager per il progetto Erasmus+ MEET.

Interessi di ricerca

Progettazione europea, Innovazione sociale, Nuove tecnologie in campo didattico e di comunicazione.

 

immagine

Manuela Delfino

Docente di lettere presso la Sc. sec. di I grado “Don Milani” e animatrice digitale per l’Istituto onnicomprensivo annesso al Convitto “Colombo” di Genova, nel tempo libero si diletta con la gestione di PON. Con LTE ha condotto attività di docenza nel corso di “Perfezionamento sulle competenze digitali”.

Interessi di ricerca

Didattica in classe, formazione degli insegnanti, sviluppo professionale, educazione ai media, competenze digitali.

Pubblicazioni recenti

  • Caviglia F., Dalsgaard C., Delfino M., & Pedersen A.Y. (2017). Dialogic Literacy: contexts, competences and dispositions. L1-Educational Studies in Language and Literature, 17, 1-38.
  • Delfino M., Marino P., Russo E., Traverso M. (2017). School is where WiFi connects automatically: come e perché un convitto e cinque scuole si sono connessi alla rete GARR. Convegno Didamatica, 2017.
immagine

Francesco Fabbro

Francesco Fabbro è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze. Dal 2009 conduce ricerche empiriche incentrate sulle pratiche media-educative e  di educazione alla cittadinanza nel contesto scolastico impiegando  prevalentemente metodi di ricerca qualitativi. Dal 2013 partecipa a progetti di ricerca promossi dal LTE e finanziati dall’Unione Europea nell’ambito della Media Literacy Education e dell’inclusione sociale. Nello specifico ha collaborato ai progetti e-engagement against violence (2013-15), e-Media Education Lab (2014-2017) e dal 2016 è impegnato nella conduzione del progetto Media Education for equity and tolerance.

Interessi di ricerca

Media Literacy Education, Inclusione sociale, Sviluppo di materiali didattici e strumenti valutativi, Sperimentazioni didattiche sulla media education,  Educazione alla cittadinanza. 

Pubblicazioni recenti

  • Fabbro, F. (in stampa) Discorsi di cittadinanza nell’archeologia della Media Literacy Education In Ranieri, M. (a cura di), Teoria e pratica delle new media literacies, Rome: Aracne.
  • Fabbro, F., Agosti, A., & Correa, E. (2017) Pratiche digitali nella scuola primaria: il bambino è protagonista?. Form@re - Open Journal per la formazione in rete, Vol. 17, n. 1, pp. 68-81.
  • Ranieri, M., & Fabbro, F. (2016) Questioning discrimination through critical media literacy. Findings from seven European countries. European Educational Research Journal, February 2016, pp. 1-18.
  • Ranieri, M., Fabbro, F., & Frelih, M. (2016) Making sense of students’ media literacy and civic agency across media analysis and production. In Ranieri M. (ed) Populism, Media and Education. Challenging Discrimination in Contemporary Digital Societies (pp. 127-146), London: Routledge.
 immagine

Antonella Grilli

Insegnante utilizzata presso USP Pistoia per lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva, valorizzazione della cultura artistica, supporto all’offerta formativa, innovazione didattica, educazione degli adulti, aree a rischio, scuole carcerarie, bullismo/cyberbullismo, pari opportunità, alternanza scuola-lavoro, istruzione/formazione professionale e superiore, sicurezza.

Tutor-formatore in sperimentazione tecnologico-didattica per “e-media education lab”, Erasmus Plus Programme, 2014-17 (http://www.usp.pt.it/wp-content/uploads/2018/03/MIUR.AOOUSPPT.REGISTRO-UFFICIALEU.0001210.27-03-2018.pdf).

Interessi di ricerca

Educazione, innovazione, inclusione, didattica, tecnologia.

 immagine

Francesco Leonetti

Docente del Master LTE Unifi "Le nuove competenze digitali: open education, social e mobile learning". Progettista e sviluppatore di applicazioni didattiche e sistemi autore per la produzione di ebook multimediali ed interattivi. Formatore docenti e dirigenti scolastici nell'ambito del PNSD in metodologie didattiche innovative, sistemi digitali per la didattica e BYOD. Esperto di metodi e sistemi per l'elearning.

Interessi di ricerca

e-book, dispositivi mobili, robotica educativa, sviluppo materiali didattici e strumenti valutativi, social media.

immagine

Andrea Nardi

Dottore di ricerca in Scienze della Formazione e Psicologia conseguito presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia (SCIFOPSI) dell’Università degli Studi di Firenze. Si occupa di tecnologie dell’educazione, testualità digitale, nuove literacies, con un focus specifico sul design e l’usabilità cognitivo-didattica dei libri di testo digitali e le implicazioni cognitive e formative della digital reading. Si occupa inoltre di valutazione elettronica, computer e web testing in particolare nel contesto delle classi numerose. Presso LTE partecipa al progetto europeo MEET e alla sperimentazione condotta presso l’Università di Firenze sull’utilizzo dei dispositivi personali per la verifica e la valutazione degli apprendimenti degli studenti universitari.

Interessi di ricerca

BYOD, Digital Reading, Evidence Informed, New Literacies, Large Classes.

Pubblicazioni recenti

  • Nardi, A. (2015). Lettura digitale vs lettura tradizionale: implicazioni cognitive e stato della ricerca. Form@re – Open Journal per la Formazione in Rete1(15), 7-29. http://bit.ly/2xd6Hnb
  • Nardi, A. (2016). Bambini e lettura digitale: serve ancora il supporto dell’adulto. Media Education, Studi, ricerche, buone pratiche7(2), 177-196. http://bit.ly/2hJY8Oq
  • Nardi A. (2016). Libri di testo e lettura digitale: a che punto siamo? TD Tecnologie Didattiche, 24(1), 13-19. http://bit.ly/2xOm1Lk
  • Nardi, A. (2018). Valutare l’apprendimento online: una rassegna degli studi sull’e-testing nel contesto universitario. Form@re – Open Journal per la Formazione in Rete, 1(18), 179-191. https://bit.ly/2KTuGyL
  • Nardi, A., & Ranieri, M. (in revisione). Comparing Paper-based and BYOD e-text examinations: Impact on students’ performance, self-efficacy and satisfaction. British Journal of Educational Technology. 
  • Ranieri, M. & Nardi, A. (in revisione). Su carta o sullo schermo? Studio sulle percezioni delle verifiche digitali in ambito universitario. TD Tecnologie Didattiche.
  • Nardi, A. (in stampa). Digital Reading e nuove competenze di lettura. In Ranieri M. (a cura di), Teoria e pratica delle new media literacies. Ariccia (RM): Aracne Editrice. ISBN 978-88-548- 9404-4
 immagine

Marta Pellegrini

Dottoressa di ricerca in Scienze della Formazione e Psicologia. Si occupa di metodi di sintesi di ricerca, in particolare meta-analisi e best evidence synthesis. è membro del gruppo di ricerca del progetto “Evidence for ESSA” (www.evidenceforessa.org, Johns Hopkins University) che ha lo scopo di informare sull’efficacia dei programmi educativi. Attualmente sta conducendo alcune meta-analisi per la Best Evidence Encyclopedia (www.bestevidence.org).

Interessi di ricerca

Metodi di sintesi di ricerca, evidence-based education, efficacia della didattica.

Pubblicazioni recenti

  • Pellegrini, M. (2017). L’evoluzione del concetto di “evidenza” nelle politiche dell’istruzione statunitense. Form@re – Open Journal per la Formazione in Rete, 17(3), 9–23.
  • Pellegrini, M. (2017). L’affidabilità dei criteri di inclusione nelle meta-analisi in educazione: una rassegna di studi. Educational Cultural and Psychological Studies (ECPS) Journal, 2017(16), 317-333.
  • Pellegrini, M., & Vivanet, G. (2018). Sintesi di ricerca in educazione. Basi teoriche e metodologiche. Roma: Carocci.
immagine

Fabrizio Rozzi

Fabrizio Rozzi, classe 1969. Dottore di ricerca in "Qualità della formazione" e "Telematica e società dell'informazione". Dirigente Scolastico dal 2012, attualmente in servizio come tutor organizzatore presso il Corso di "Scienze della formazione primaria" dell'Università di Firenze. Formatore di docenti sui temi della valutazione, della didattica per competenze e delle competenze digitali. 

Partecipazione ai seguenti progetti come membro di LTE: 

  • 2009-2010, progetto WISE (Wiring Individualized Special Education – creazione di un sistema di supporto all'educazione e alla formazione di soggetti "homebound")
  • 2016-2017, progetto -E-MediaEducationLab, An innovating and online resource centre for teachers' trainers in Media Education

Interessi di ricerca

Tecnologie per apprendere (didattica in classe/formazione degli insegnanti).

immagine

Fortunato Sorrentino 

Ingegnere Elettronico, professionista indipendente operante nel campo delle Knowledge Technologies. E' stato ed è docente nel Master UNIFI "Le Nuove Competenze Digitali" di vari insegnamenti, tra cui Digital Learning, Strumenti per la Conoscenza e la Collaborazione, Mondi Immersivi 3D. Come coautore ha pubblicato nel 2006 il libro “L’Intelligenza distribuita – Ambient Intelligence, il futuro delle tecnologie invisibili”(Erickson) e nel 2014  il libro “Orizzonti di conoscenza - Strumenti digitali, metodi e prospettive per l’uomo del terzo millennio”(Firenze University Press). Ha collaborato con la redazione e pubblicato sul Journal Je-LKS. 

Interessi di ricerca

Digital learning, digital competencies, internazionalizzazione, AI-enhanced Learning.

immagine

Francesca Torlone

Università degli Studi di Firenze. E’ ricercatore a tempo determinato di tipo a) presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, progettista senior, abilitata all’esercizio della professione forense. Gli ambiti di ricerca seguiti riguardano i processi di rilevazione ed analisi della domanda di formazione, individuale e organizzativa, la pedagogia del lavoro, i processi educativi di carattere incorporato, i processi di institutional learning. Ha coordinato diversi gruppi di ricerca a livello internazionale e nazionale per la realizzazione di attività di ricerca, anche di carattere comparativo. Si segnalano, tra le alte, le ricerche:

  • TALENTS -New Talents for Companies-Developing the Potentials of Immigrants and Refugees
  • HETYA-Heritage training for young adults
  • PEBBLE-Prison Education Basic Skills Blended Learning
  • SALM – Skills and Labour Market to Raise Youth Employment
  • FREE-Fundamental  Rights Education in Europe

Interessi di ricerca

Educazione degli adulti, educazione incorporata, pedagogia penitenziaria, pedagogia del lavoro.

Pubblicazioni recenti

  • Le valenze educative nell’esecuzione della pena (in fase di pubblicazione)
  • Le valenze educative del patrimonio culturale. Riflessioni teorico-metodologiche tra ricerca evidence based e azione educativa nei musei (2018)
  • The value proposition of organisations for young graduates and their employability (2018)
  • Formazione alla cittadinanza culturale, all’identità territoriale e responsabilità sociale dei musei (2018)
  • The Transitions of Young Adults to Define Individual Pathways of Professional Insertion (2017)
  • Il diritto al risarcimento educativo dei detenuti (2016)
  • Innovative learning models for prisoners (2016)
 
ultimo aggiornamento: 26-Mag-2018
Unifi Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia Home page

Inizio pagina