Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Laboratorio di Tecnologie dell'Educazione

Pubblicazioni

immagine

E-Learning and Social Media: Education and Citizenship for the Digital 21st Century

Brown, E. L., Krasteva, A., & Ranieri, M. (Eds.). (2016). ELearning and Social Media: Education and Citizenship for the Digital 21st Century. IAP.

The volume addresses the use of technology in: developing and expanding educational delivery systems to reach rural populations, providing access to equitable education opportunities for disadvantaged and marginalized populations, and encouraging student civic engagement. The volume evaluates e-learning programmes (distributed through the Internet, via satellite and hosted on social media) that promote equitable education for disadvantaged populations; examines the challenges and benefits of social media on student self-identity, collaboration, and academic engagement; shares promising practices associated with technology in education and e-citizenship in the 21st century, and advances the discussion on blending global citizenship education and social media that raises student awareness, accountability and social justice involvement.

Populism, Media and Education.

Ranieri, M. (ed.). (2016). Populism, Media and Education. Challenging discrimination in contemporary digital societies. Routledge.

Based on a major research project funded by the European Commission, Populism, Media and Education studies how discriminatory stereotypes are built online with a particular focus on right-wing populism. Globalization and migration have led to a new era of populism and racism in Western countries, rekindling traditional forms of discrimination through innovative means. New media platforms are being seen by populist organizations as a method to promote hate speech and unprecedented forms of proselytism. Race, gender, disability and sexual orientation are all being used to discriminate and young people are the preferred target for populist organizations and movements. This book examines how media education can help to deconstruct such hate speech and promote young people’s full participation in media-saturated societies.

immagine
immagine

E-engagement against violence: tools for media and citizenship education

Ranieri, M. (2015). E-Engagement Against Violence: Tools for Media and Citizenship Eduction. Roma: Aracne.

This book presents and discusses the research products and results of the activities carried out within the e–EAV project. It is structured in two sections. The first section is dedicated to the research results of the four phases and the second section of the book aims to provide teachers andeducators with a guide on how to use the learning material devel-oped within the e–EAV project.

Le tecnologie educative

Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, L., & Vivanet, G. (2017). Le tecnologie educative. Roma: Carocci.

Il volume offre una guida ai decisori delle politiche tecnologiche, in particolare a dirigenti scolastici e insegnanti, sulle scelte da fare per impiegare le tecnologie digitali nella scuola. La ricerca evidenzia come l’introduzione delle tecnologie digitali non garantisca di per sé un innalzamento dei risultati e, anzi, come questa spesso sollevi più problemi di quanti ne risolva. È dunque prioritario che gli educatori siano messi nella condizione di selezionare con certezza le situazioni in cui le tecnologie hanno una maggiore probabilità di risultare utili, basandosi su conoscenze affidabili e/o argomentazioni pedagogicamente e razionalmente fondate, e prendendo anche le distanze dalle mode che ciclicamente si ripresentano.

immagine
immagine

Come fare un progetto didattico

Calvani, A., & Menichetti, L. (2015). Come fare un progetto didattico. Gli errori da evitare. Roma: Carocci.

Fare un progetto didattico è la richiesta più comune che viene sempre più spesso avanzata alle scuole o nei corsi di formazione per i nuovi insegnanti. Ma cos'è un buon progetto didattico? A ben vedere, la maggior parte dei documenti progettuali presenta criticità ricorrenti che riguardano sistematicamente la genericità degli obiettivi, la non chiara corrispondenza tra questi e il sistema di verifica, la scarsa coerenza tra le azioni didattiche attuate con gli obiettivi e la loro valutazione. 

Mobile learning: dimensioni teoriche, modelli didattici, scenari applicativi

Ranieri, M., Pieri, M., & Bachmair, B. (2014). Mobile learning: dimensioni teoriche, modelli didattici, scenari applicativi. Milano: Unicopli.

Negli ultimi anni stiamo assistendo alla diffusione sempre più massiccia di dispositivi mobili per accedere ad una varietà di informazioni e rimanere sempre e ovunque connessi, a casa, sul posto di lavoro, nel tempo libero e così via. Queste novità stanno investendo anche il mondo dell'educazione. Progetti e iniziative formative basate sull'impiego di smartphone, tablet e ebook stanno proliferando in tutto il mondo. Cosa significa apprendere in mobilità? In che modo progettare interventi di mobile learning? Come valutare l'apprendimento distribuito tra contesti formali e informali? Quali scenari si prospettano nei diversi contesti applicativi, dalla scuola alla formazione professionale? Il volume affronta tali quesiti, offrendo a progettisti, insegnanti e formatori una guida teorica e pratica per la progettazione, la gestione e la valutazione del mobile learning nei vari contesti formativi.

immagine
immagine

I social network nell'educazione: basi teoriche, modelli applicativi e linee guida

Ranieri, M., & Manca, S. (2013). I social network nell'educazione: basi teoriche, modelli applicativi e linee guida. Edizioni Centro Studi Erickson.

Nella storia recente delle tecnologie digitali uno dei fenomeni più significativi è stato quello della nascita dei cosiddetti social media e, in particolare, dei social network. L’ampia diffusione di queste tecnologie sta sollevando nuovi interrogativi anche sul versante educativo. Trattandosi di artefatti che mediano le relazioni sociali e l’accesso alle informazioni, il loro impiego ha un impatto sulla vita socio-relazionale delle persone e sulle modalità di fruizione e produzione della conoscenza. Il problema può essere affrontato distinguendo tre dimensioni rilevanti: l’educazione ai social network, l’apprendimento e la formazione con i social network.
Il volume intende offrire un quadro completo di queste tre tematiche, con un’attenzione sia agli aspetti teorici sia a quelli applicativi, nell’ottica di fornire a studenti, insegnanti e policy maker le coordinate metodologiche e operative utili per orientarsi nei nuovi scenari delineati dai social network.

Volumi pubblicati prima del 2013

  • Ranieri, M. (Ed.). (2012). Risorse educative aperte e sperimentazione didattica. Le proposte del progetto Innovascuola-AMELIS per la condivisione di risorse e lo sviluppo professionale dei docenti (Vol. 140). Firenze: Firenze University Press.
  • Li, Y., Chen, E., & Ranieri, M. (2012). Experimental Textbook for Media Education in Primary Schools. Hangzhou (RPC): Zhejiang University Press.
  • Ranieri, M. (2011). Le insidie dell'ovvio: tecnologie educative e critica della retorica tecnocentrica. Pisa: ETS.
  • Calvani, A. (2011). Principi di comunicazione visiva e multimediale. Roma: Carocci.
  • Calvani, A., Fini, A., & Ranieri, M. (2011). Valutare la competenza digitale: prove per la scuola primaria e secondaria (Vol. 6). Trento: Erickson.
  • Calvani, A., Fini, A., & Ranieri, M. (2010). La competenza digitale nella scuola: modelli e strumenti per valutarla e svilupparla. Trento: Erickson.
  • Parola, A., & Ranieri, M. (2010). Media Education in Action. A Research Study in Six European Countries. Firenze: Firenze University Press.
  • Fini, A., & Cicognini, M. E. (2009). Web 2.0 e Social Networking. Nuovi paradigmi per la formazione. Trento: Erickson.
  • Bonaiuti, G. (2009). Didattica attiva con la LIM: metodologie, strumenti e materiali per la lavagna interattiva multimediale (Vol. 3). Trento: Erickson.
  • Landriscina, F. (2009). La simulazione nell'apprendimento: quando e come avvalersene (Vol. 2). Trento: Erickson.
  • Ranieri, M., & Fadini, U. (2006). Formazione e cyberspazio: divari e opportunità nel mondo della rete. Pisa: ETS.
  • Ranieri, M., & Rotta, M. (2005). E-tutor: identità e competenze. Trento: Erickson.
 
ultimo aggiornamento: 21-Apr-2018
Unifi Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia Home page

Inizio pagina