Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Laboratorio di Tecnologie dell'Educazione

Comitato tecnico-scientifico

 Il Comitato tecnico-scientifico è composto da:

immagine

Antonio Calvani

Già Prof. Ordinario di Didattica e Pedagogia Speciale, Direttore del Laboratorio LTE (dal 1992 a 2017). Presidente dell'Associazione Scientifica SApIE (www.sapie.it). Autore di oltre 150 pubblicazioni di metodologia o tecnologia didattica.

Interessi di ricerca

Tecnologie educative, didattica efficace, Evidence-Based Education.

Pubblicazioni recenti

  • Calvani, A. (2018). Come fare una lezione inclusiva. Roma: Carocci-Faber.
  • Calvani, A., & Menichetti, L. (2017). Come fare un progetto didattico. Gli errori da evitare. Roma: Carocci-Faber.
  • Calvani, A., & Ventriglia, L. (2017). Insegnare a leggere ia bambini. Gli errori da evitare. Roma: Carocci-Faber.
  • Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, L., & Vivanet, G. (2017). Le tecnologie educative, Criteri per una scelta basata su evidenze. Roma: Carocci.
immagine

Giovanni Bonaiuti

Dottore di ricerca in “Qualità della formazione” è professore associato presso il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell’Università di Cagliari (SSD: M-PED/03). Si occupa di metodi e tecniche della didattica nella prospettiva della evidence-based education e, in particolare, di tecnologie per l’insegnamento e l’apprendimento. Collabora con il LTE dalla sua istituzione. È stato docente nei master e nei corsi di perfezionamento, ha collaborato ai progetti di ricerca dell’Università di Firenze: Ensemble (Progetto europeo 2008-2010) e WISE (FIRB 2009-2012). È autore di vari saggi sul ruolo delle tecnologie nell’apprendimento e nella costruzione e condivisione di significati all’interno di comunità di pratiche. I suoi lavori più recenti sono Didattica attiva con i video digitali. Metodi, tecnologie, strumenti per apprendere in classe e in rete, Erickson, Trento, 2010; Le strategie Didattiche, Carocci, Roma, 2014; Fondamenti di didattica (con Calvani e Ranieri), Carocci, Roma, 2016; Le tecnologie educative (con Calvani, Menichetti e Vivanet), Carocci, Roma, 2017.

Interessi di ricerca

Videoanalisi, formazione iniziale dei docenti, cognizione e apprendimento, mediatori grafici e apprendimento, gamification, mobile learning.

Pubblicazioni recenti

  • Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, M., Vivanet, G. (2017). Le tecnologie educative. Criteri per una scelta basata su evidenze. Roma: Carocci.
  • Bonaiuti, G. (2017). E-learning, Blended Learning, Mobile Learning, in Bochicchio F. Rivoltella P. C. (a cura di), L’agire organizzativo. Brescia: La Scuola, 331-351. 
  • Bonaiuti, G. (2017). Modelli tecnologici per l’istruzione. Come la tecnologia influenza la didattica. In Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, M., Vivanet, G. Le tecnologie educative. Criteri per una scelta basata su evidenze. Roma: Carocci, pp. 47-78.
  • Bonaiuti, G. (2017). Tecnologie nel contesto di apprendimento. In che modo possono agevolarlo. In Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, M., Vivanet, G. (2017). Le tecnologie educative. Criteri per una scelta basata su evidenze. Roma: Carocci, 179-202.
  • Bonaiuti, G. (2014). Le strategie didattiche. Roma: Carocci.

Isabella Bruni

Formatrice e Media Educator, attualmente in servizio presso l'Università degli Studi di Firenze per il progetto DIDeL - Didattica in E-learning. Da oltre 10 anni conduce attività educative con alunni e alunne di ogni grado, progetta e implementa attività di formazione con futuri insegnanti e insegnanti in servizio sull'uso delle tecnologie nella didattica, la competenza mediale e digitale. Parallelamente, svolge attività di ricerca sugli stessi ambiti. E' membro del MED – Associazione Italiana per l’Educazione ai Media e alla Comunicazione e socia volontaria della Cooperativa E.D.I. Onlus con cui ha lavorato per anni nel progetto Generazioni Connesse.

Interessi di ricerca

Media education, Competenza digitale, E-learning, Mobile learning

Pubblicazioni recenti

  • Bruni, I., Formiconi, A., & Delfino, M. (2018). Rethinking post-graduate training in the age of distraction. The experience of the course “Digital competences at school”. Form@Re - Open Journal Per La Formazione In Rete, 18(1), 323-332. doi:10.13128/formare-22700
  • Ranieri, M., Di Stasio, M., & Bruni I. (2018). Insegnare e apprendere sulle fake news. Uno studio esplorativo in contesto universitario. MEDIA EDUCATION – Studi, ricerche, buone pratiche, 9 (1), 94-111 [ISSN 2038-3002] doi: 10.14605/MED911806
  • Ranieri, M., Bruni, I., & de Xivry Orban A. (2017). Teachers' Professional Development on Digital and Media Literacy. Findings and recommendations from a European project. REM - Research on Education and Media, 10 (2), 10-19 [ISSN:2037-0830]  https://doi.org/10.1515/rem-2017-0009  
  • Ranieri M., Bruni I. (2017), E-Mel, un laboratorio blended per lo sviluppo delle competenze digitali e mediali dei futuri insegnanti, Media Education. Studi, ricerche e buone pratiche, vol. 8, n° 1, pp. 19-30 [ISSN 2038-3002]. Disponibile online http://riviste.erickson.it/med/wp-content/uploads/2_MED-Maggio_2017.pdf
immagine

Antonio Fini

Dirigente scolastico dal settembre 2012, dal 2016 al 2018 Tutor Organizzatore di tirocinio nel corso di studi in Scienze della Formazione Primaria dell'Università di Firenze. Già insegnante, consulente e formatore. Dottore di Ricerca in Telematica e Società dell’Informazione e abilitato alla docenza universitaria di Didattica, Pedagogia Speciale e Ricerca educativa. Autore di numerosi libri, articoli e contributi per riviste e convegni nazionali e internazionali sul tema delle tecnologie didattiche, delle competenze digitali e della ricerca educativa (elenco pubblicazioni). Ha collaborato con il MIUR alla stesura del Piano Nazionale per la Scuola Digitale e per la commissione di lavoro sull’uso dei dispositivi personali a scuola.

Interessi di ricerca

Tecnologie per apprendere, Educazione ai media e competenze digitali, Open Education.

 

immagine

Andreas Robert Formiconi

Nato a Zurigo il 31 gennaio 1955
Laurea in Fisica in 1978
Affiliato presso il Department of Statistics, Computer Science and Applications,
Delegato del Rettore per lo sviluppo della didattica online.
Dal 1977, ricerca in fisica, matematica, informatica, medicina, nei campi specifici dei rivelatori per la fisica nucleare, dei problemi inversi, del medical imaging, della tomografia computerizzata (SPECT e PET) dell'high performance computing con computer massicciamente paralleli, delle tecnologie per l'insegnamento, del coding e della robotica per scopi didattici. Attualmente responsabile eTwinning per l'Università di Firenze e
responsabile per la piattaforma online e il modulo informatica nel progetto Erasmus+ QuaMMELOT project n. 2017-1-IT02-KA201-036610

Interessi di ricerca

tecnologie per la formazione, coding nella didattica, pensiero computazionale, robotica, stampa 3D, FAD, e-learning.

Pubblicazioni recenti

  • Catelani, M., Formiconi, A., Ranieri, M., Pezzati, F.,  Raffaghelli, J., Renzini, G., Gallo, F. (2017). Didattica in e-Learning (DIDeL). Primi risultati dei laboratori per lo sviluppo delle competenze tecnologiche per l'eLearning universitario.
  • Guelfi, M. R., Masoni, M., Shtylla, J., Formiconi, A. (2017). Sperimentazione Del Peer Review In Un Insegnamento Del Corso Di Laurea In Medicina E Chirurgia Ad Elevata Numerosità Di Studenti.
  • Formiconi, A. R., Marcantonio, C., Ranieri, M.,Pezzati, F., & Gallo, F., Biagini, G. (2017). E-learning all’università. Indagine esplorativa sulla didattica online nell’ateneo fiorentino. In Design the Future!, Modena, 7-9 Settembre 2016, Genova University Press, pp. 91-102.
  • Formiconi, A. R. (2016). La tortuosa via della didattica online nell’università. STUDI SULLA FORMAZIONE, vol. Anno XIX, pp. 105-132.
 immagine

Franco Landriscina

Ricercatore indipendente. Responsabile E-Learning e Knowledge Management, Sales Academy Allianz.

Docente del Modulo “Instructional Design per l’azienda” nel Master “Le nuove competenze digitali: open education, social e mobile learning” dell’Università di Firenze.

Interessi di ricerca

Instructional design, Simulazione, Evidence-Based Instruction, E-Learning, Tecnologie didattiche.

Pubblicazioni recenti

  • Landriscina, F. (2017). Computer-Supported Imagination. The interplay between computer and mental simulation in understanding scientific concepts. In Ilya Levin and Dina Tsybulsky (Eds.), Digital Tools and Solutions for Inquiry-Based STEM Learning (pp. 33-60).  IGI Global.
  • Landriscina, F. (2015). Instructional Design e progettazione curricolare. Un binomio possibile per la scuola italiana. Form@re, Open Journal per la Formazione in Rete, 15(3), 84-101.
  • Landriscina, F. (2013). Simulation and Learning. A Model-Centered Approach. New York, NY: Springer.
  • Landriscina, F. (2012).  Modelli di riferimento per l’uso didattico della comunicazione visiva In: A. Calvani (a cura di), Principi di comunicazione visiva per apprendere (pp.43-74). Roma: Carocci Editore.
immagine

Laura Menichetti

Ingegnere elettronico (laurea con lode, albo A tutti i settori), ha conseguito un INSEAD Executive Programme Certificate, due PhD (“Informatica, sistemi e telecomunicazioni” e “Scienze della formazione e psicologia”) e l’Abilitazione Scientifica Nazionale a professore universitario (11D/2, II fascia). È stata dirigente in IBM e in Lenovo. Attualmente è ricercatore (RTDb) e professore aggregato, membro del Direttivo SApIE, direttore di redazione della rivista Form@re (Fascia A), coordinatore della didattica e docente nel Master LTE.

Interessi di ricerca

Competenza digitale, e-learning, qualità, progettazione didattica, formazione formatori.

Pubblicazioni recenti

  • Menichetti L. (2017). Tecnologie come oggetto di apprendimento; come sviluppare competenze digitali (oltre Apparati). In G. Bonaiuti, A. Calvani, L. Menichetti, G. Vivanet, Le tecnologie educative, Roma: Carocci (pp. 125-178 e 221-232).
  • Calvani A., Menichetti L. (2015). Come fare un progetto didattico. Gli errori da evitare. Roma: Carocci.
  • Menichetti L. (2012). e-PeiWISE: ambiente online per la progettazione didattica assistita nella special education. In G. Trentin, (ed.), Reti e inclusione socio-educativa, pp. 157-173, Milano: FrancoAngeli.
  • Menichetti L. (2017). Leadership e e-leadership nella scuola. Tra progettazione e competenze digitali. Form@re, 17(2), 178-199.
  • Calvani A., Menichetti L., Pellegrini M., Zappaterra T. (2017). La formazione per il sostegno. Valutare l’innovazione didattica in un’ottica di qualità. Form@re, 17(1), 18-48.
  • Bandini G., Calvani A., Falaschi E., Menichetti L. (2015). Il profilo professionale dei tirocinanti nel Corso di Studi in Scienze della Formazione Primaria. Il modello SPPPI. CQIA Rivista, V(15), 89-104.
  • Calvani A., Menichetti L., Micheletta S., Moricca C. (2014). Innovare la formazione: il ruolo della videoeducazione per lo sviluppo dei nuovi educatori. Giornale italiano della ricerca educativa, 13, 69-84.
  • Calvani A., Menichetti L. (2014). Valutazione della competenza digitale: che cosa fare per la scuola primaria. Journal of educational, cultural and psychological studies, 285-303.
  • Calvani A., Menichetti L. (2013). La competenza digitale: per un modello pedagogicamente significativo. TD tecnologie didattiche, 21(3), 132-140.
  • Menichetti L., Micheletta S. (2013). Trasformare una classe di Tirocinio Formativo Attivo in una comunità alla ricerca di evidenze. Form@re, 13(2), 77-90.
  • Menichetti L., Calvani A. (2013). “Open Educational Path”: a new educational way for Universities. In: Proceedings EADTU Annual Conference. The Open and Flexible Higher Education Conference 2013 - Transition to open and on-line education in European universities. 236-250, Paris, France, 23-25 October 2013.
immagine

Giuliano Vivanet

Laureato in Scienze dell'educazione all'Università di Cagliari (2003).  Dottore di ricerca in Lingue, culture e tecnologie dell'informazione e  della comunicazione all'Università di Genova (2009). I suoi interessi  di ricerca vertono su evidence-based education; metodi di sintesi di  ricerca in educazione; tecnologie educative e formazione degli  insegnanti. Progetti recenti: RAP - Riflessione, Analisi e  Professionalità (partner: Indire, University of California-Irvine,  University of Cagliari and University of Macerata); Sul filo. Una rete  per piccoli equilibristi - Con i bambini - Prima infanzia - Fondazione  per il Sud; Applicazione a scuola di Core Set ICF-CY per la  certificazione delle competenze degli allievi con disabilità. Una  Design Based Research nella prospettiva dell’EBE (Finanziamento per la  ricerca ex 60% - Università di Roma Tre); PRIN 2009 - BIA-Net:  Semantic tools and multimedial applications for Bibliotheca Iuris  Antiqui information search; EC Programme eContentPlus Framework  Programme 7 - AquaRing (Accessible and Qualified Use of Available  Digital Resources about Aquatic World In National Gatherings).

Interessi di ricerca

Evidence based education, metodi di sintesi di ricerca in educazione, tecnologie educative, formazione degli insegnanti.

Pubblicazioni recenti

  • Vivanet, G. (2014). Che cos'è l'evidence based education. Roma: Carocci.
  • Calvani, A., & Vivanet, G. (2014). Evidence Based Education e modelli di valutazione formativa per le scuole. Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS Journal), 1(9), 127-146.
  • Calvani, A., & Vivanet, G. (2016). Le tecnologie per apprendere nella scuola. Oltre il fallimento. Pedagogia oggi2.
  • Bonaiuti, G., Santagata, R., & Vivanet, G. (2017). Come rilevare la visione professionale degli insegnanti. Uno schema di codifica. GIORNALE ITALIANO DELLA RICERCA EDUCATIVA2017, 401-418.
  • Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, L., & Vivanet, G. (2017). Le tecnologie educative. Criteri per una scelta basata su evidenze. Carocci.
  • Pellegrini, M., & Vivanet, G. (2018). Sintesi di ricerca in educazione. Basi teoriche e metodologiche. Roma: Carocci.

 

 
ultimo aggiornamento: 23-Apr-2018
Unifi Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia Home page

Inizio pagina